IngleseFranceseTedescoItalianoSpagnolo

Test del prodotto (laser e LED)Test e certificazione di prodotti laser e LED secondo gli standard europei, statunitensi e internazionali

Test accreditati UKAS * su laser e LED

Test Lab 2682

Lasermet è la casa di test leader nel Regno Unito per i test secondo i seguenti standard:

  • BS / EN 60825-1 / IEC 60825-1 *
  • BS / EN 60825-2 / IEC 60825-2
  • BS / EN 60825-12 / IEC 60825-12 *
  • BS / EN 60601-2-22 / IEC 60601-2-22 *
  • 21 CFR 1040.10
  • BS / EN 60825-1: 2014, 2007, 2001 (fuori sede)

ed è l'unica casa di prova con accreditamento UKAS per i test laser e LED (diverso dal National Physical Laboratory).

Dal 1 ° luglio 2020, Lasermet è accreditato UKAS per l'esecuzione test di sicurezza laser fuori sede al seguente standard: -
BS EN 60825-1: 2014, 2007, 2001 (fuori sede)

Ciò consente al cliente di far testare il proprio sistema laser in loco presso la propria sede. Questo è altamente vantaggioso in quanto significa che Lasermet può fornire test di sicurezza laser accreditati UKAS su sistemi laser di grandi dimensioni che non sono pratici da spostare.

Quale standard devo utilizzare per testare LED o laser?

Ulteriori informazioni su questi standard sono disponibili di seguito:

Questi sono gli standard di sicurezza laser europei, internazionali e statunitensi:

  • Prototipo e test del prodotto finito
  • Consulenza in fase di progettazione
  • Marcatura CE, standard di sicurezza laser e registrazione FDA (CDRH)
  • Importante: requisiti di errore per singolo errore
  • Attrezzatura richiesta per i test
  • Nota di avviso - Protezione da guasto singolo

Prototipo e test del prodotto finito

Proveremo e certificheremo il tuo prototipo o prodotto completo secondo lo standard o gli standard appropriati e forniremo un rapporto di prova completo che include i dettagli di:

  • Risultati dei test di misurazione
  • Limiti di emissione accessibili
  • Controlli tecnici richiesti
  • Etichettatura obbligatoria
  • Informazioni richieste nel Manuale dell'utente e negli opuscoli del prodotto
  • Modalità di guasto dell'elettronica di azionamento e altri guasti ragionevolmente prevedibili che incidono sulla sicurezza

Laddove un prodotto non soddisfi la classificazione desiderata a causa di guasti minori, emetteremo una classificazione subordinata all'apportare le modifiche elencate (ad es. Etichettatura, informazioni sull'utente e modifiche tecniche minori). Laddove sia richiesto un nuovo test, questo verrà normalmente eseguito a una tariffa ridotta.

Consulenza in fase di progettazione

Immagina questo scenario:

Trascorri due anni nello sviluppo di un prodotto laser. Comprensibilmente, il tuo obiettivo è quello di ottenere un prodotto ad alte prestazioni a un prezzo che verrà venduto. Sicurezza laser i test sono in fondo alla lista delle priorità. Quindi solo quando ti avvicini alla produzione, invii il tuo prodotto per sicurezza laser test - solo per scoprire che sono necessarie modifiche per soddisfare la classificazione laser desiderata. In una fase avanzata anche piccoli cambiamenti possono essere costosi e ritardare la produzione e le vendite. Cambiamenti di progettazione significativi possono costare un'enorme quantità di tempo e denaro.

Per evitare questo scenario, ti consigliamo di coinvolgerti in una fase iniziale del processo di progettazione per consigliarti sulla classe desiderabile del tuo prodotto e assicurarti che sia progettato per soddisfare i requisiti di quella classe. In particolare, attiriamo la vostra attenzione sui requisiti di guasto per guasto singolo discussi di seguito.

Marcatura CE, standard di sicurezza laser e registrazione FDA (CDRH)

Europa

Come parte del processo di marcatura CE, tutti i prodotti laser e LED venduti in Europa devono essere certificati EN 60825-1 * (EN 60825-2 per i prodotti di comunicazione laser in fibra ottica, EN 60825-12 per i prodotti di comunicazione laser a raggio aperto). Per i prodotti LED valgono gli stessi requisiti dei prodotti laser. Nelle note seguenti leggere "laser e LED" per "laser". La EN 60825-1 è richiamata da tutte le seguenti direttive:

  • Direttiva Bassa Tensione
  • Direttiva macchine
  • Direttiva sulla sicurezza generale dei prodotti
  • Direttiva sulle apparecchiature di trasmissione radio e delle telecomunicazioni
  • Direttiva sui dispositivi medici

e quindi si applica a tutti i prodotti laser *. I produttori possono autocertificare le proprie apparecchiature secondo EN 60825-1, ma lo standard è altamente complesso e difficile da interpretare e in molti casi è richiesto un esperto per ottenere la Classe laser corretta per il prodotto. In ogni caso, molti produttori preferiscono avere una verifica indipendente della loro conformità ai requisiti di classificazione.

In Europa, la conformità del prodotto si ottiene imponendo ai produttori di certificare gli standard applicabili per il loro prodotto. Spetta al produttore identificare le norme pertinenti, progettare il prodotto di conseguenza ed effettuare una dichiarazione di conformità nelle istruzioni per l'utente. È quindi responsabilità dei vari organismi nazionali preposti all'applicazione (ad es. La Trading Standards Organization nel Regno Unito) di rilevare le non conformità e intervenire ove necessario. Gli standard sono stabiliti da comitati di esperti e sono sottoposti a continui riesami e miglioramenti. Questo sistema pone una notevole responsabilità e fiducia nelle mani dei produttori, ma consente di mantenere aggiornati gli standard con il cambiamento della tecnologia, delle conoscenze e delle pratiche attuali.

USA

La situazione negli Stati Uniti è leggermente diversa, almeno per quanto riguarda i prodotti laser. Prodotto sicurezza negli Stati Uniti è controllato dai regolamenti federali che sono applicati dalla Food & Drug Administration (FDA) e, nel caso dei prodotti laser, da una divisione della FDA nota come Center for Devices and Radiological Health (CDRH). I regolamenti federali sono scritti in legge e i produttori sono legalmente obbligati a rispettarli. Sono inoltre legalmente obbligati a registrare i prodotti presso la FDA prima di venderli o importarli nel paese. Ulteriori informazioni sulla registrazione della FDA sono disponibili qui.

Il regolamento che controlla i prodotti laser è noto come 21 CFR 1040.10. Questo regolamento è stato scritto in legge negli anni '1970 ed è rimasto invariato da allora. Di conseguenza ora è molto obsoleto. Tuttavia si applica ancora e fino a poco tempo fa tutti i prodotti laser venduti negli Stati Uniti dovevano essere conformi al presente regolamento. Tuttavia, nel 2001 il CDRH ha pubblicato "Laser Notice 50", in base al quale la FDA accetterà ora la classificazione e l'etichettatura IEC. Quindi ora i produttori che vendono i loro prodotti negli Stati Uniti hanno la possibilità di utilizzare la classificazione e l'etichettatura secondo IEC 60825-1 o 21 CFR 1040.10. In entrambi i casi i prodotti devono essere registrati presso la FDA. Si noti che i prodotti LED non sono coperti dal 21 CFR 1040.10 (o da qualsiasi altro regolamento federale) e non devono essere registrati.

Si noti che, sebbene le normative laser CDRH siano la legge federale, la registrazione è un processo di "auto-dichiarazione" come per le normative UE. Tuttavia, a volte CDRH verifica le comunicazioni e se non soddisfano i regolamenti federali può vietare l'uso dei prodotti offensivi o può richiedere che tutte le apparecchiature in atto vengano cambiate per soddisfare i regolamenti. Nota anche che FDA mai "approvare" l'attrezzatura, sebbene in rare occasioni possano indicare di aver esaminato la richiesta e di non avere ulteriori domande in merito alla presentazione.

l’industria internazionale

IEC 60825-1, IEC 60825-2 e IEC 60825-12 sono attualmente identici alle corrispondenti norme EN discusse sopra (anche se le agenzie di norme UE si riservano il diritto di variare da esse se ritenute necessarie per motivi di sicurezza). Questi standard sono applicabili in Giappone, Australia, Canada e praticamente in tutti gli altri paesi non già coperti. Poiché la norma IEC 60825-1 è applicabile anche in Europa (con la designazione EN) e negli Stati Uniti (con l'eccezione di alcune clausole), ora è molto lo standard di sicurezza laser in tutto il mondo.

* A meno che i prodotti non siano intrinsecamente di Classe 1. "Inerentemente Classe 1" significa che il prodotto non contiene un laser incorporato e non può superare la Classe 1 in nessun caso.

Importante: requisiti di errore per singolo errore

EN e IEC 60825-1 e -12 richiedono che la classificazione sia eseguita alla massima potenza emessa in condizioni di guasto singolo guasto ragionevolmente prevedibili (EN / IEC 60825-2 utilizza "condizioni di guasto ragionevolmente prevedibili"). In particolare, ciò influisce sui circuiti di azionamento elettronici per i laser a diodi, in cui un guasto di un componente, come un transistor in corto circuito, può aumentare la potenza di uscita del laser e causare l'emissione del prodotto sopra l'AEL della classe desiderata. In tal caso, il prodotto deve essere classificato nella classe superiore a meno che l'elettronica non venga riprogettata per eliminare il problema. Molti produttori hanno ignorato questo requisito in passato e sono riusciti a conformarsi perché i diodi erano generalmente a bassa potenza e spesso sarebbero stati distrutti molto rapidamente se sottoposti a una corrente di azionamento superiore a quella prevista dal progetto del circuito. Tuttavia, con l'aumento del potere e la riduzione del costo di laser diodi la maggior parte dei produttori utilizza diodi ad alta potenza che operano a una piccola percentuale della loro massima potenza, per aumentare l'affidabilità. Il risultato è che in caso di guasto di un componente aumentando la corrente del convertitore di frequenza laser diodo, molti di questi dispositivi funzioneranno abbastanza felicemente a venti volte l'output del prodotto previsto. Ciò potrebbe non solo presentare un problema di classificazione, ma in alcuni casi grave sicurezza problema.

Attrezzatura necessaria per testare prodotti laser e LED

  1. 1 pezzo Attrezzatura da lavoro
  2. 2 diodi laser spenti e (se applicabile) moduli laser
  3. 1 off Schema circuitale per circuito di azionamento laser e modulo (se applicabile).
  4. 1 set di maschere di circuiti stampati e disegni che mostrano il layout dei componenti.
  5. 1 spento Spiegazione della funzione del circuito (in particolare se il circuito è complesso).
  6. 1 scheda tecnica dei produttori per diodi laser e qualsiasi circuito integrato direttamente associato al laser
  7. 1 spento Eventuali manuali di istruzioni pertinenti
  8. 1 fuori Interblocco® circuito (se applicabile)
  9. 1 off Schema elettrico per interblocco® (se applicabile)

Per i prodotti a LED leggere "LED" anziché "Laser". Inoltre, fornire 5 LED di ricambio per il numero 2).

NB: Se alcune delle informazioni / elementi sopra richiesti sono / non sono fornite, potrebbe essere necessario un tempo considerevole per analizzare il circuito, il che potrebbe comportare l'addebito di ulteriori costi di prova. In alcuni casi potrebbe essere impossibile classificare l'apparecchiatura senza tutti i campioni / informazioni applicabili sopra elencati.

Di conseguenza consigliamo vivamente ai produttori di considerare attentamente i loro componenti elettronici di azionamento per garantire che sia stato coperto il requisito ragionevolmente prevedibile di guasto di un singolo guasto. Altrimenti è probabile che sorgano gravi problemi nella fase di test, che di solito è quando i produttori sono sotto pressione per mettere in vendita il prodotto. Una nota di avviso Lasermet è disponibile per il download, vedere la nota di avviso v2 nella parte superiore di questa pagina, fornendo indicazioni generali sulla protezione da singole condizioni di guasto.

Per ulteriori informazioni sui test dei prodotti (laser e LED), contattaci ora!

Chiamaci ora: 01202 770740

E-mail: office@lasermet.com

Oppure utilizzate il nostro modulo di contatto:

Contattaci